Categorie

Termini & Condizioni

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

Le presenti Condizioni Generali di Vendita disciplinano le modalità di vendita dei beni e servizi (di seguito denominati anche prodotti) commercializzati dall'Armeria Ciaffoni di Adelmo Ciaffoni ( di seguito nominata Armeria Ciaffoni ) e regolano i contratti di compravendita di prodotti stipulati all'interno del presente sito web tra l'Armeria Ciaffoni e l'acquirente (di seguito il Cliente).

Le presenti condizioni generali possono essere aggiornate o modificate in qualsiasi momento dall'Armeria Ciaffoni , che provvederà a darne comunicazione nell'apposito spazio dedicato alle "Comunicazioni ai Clienti".

Il consumatore è tenuto a leggere ed accettare integralmente le presenti condizioni e le comunicazioni eventuali prima della effettuazione di ogni acquisto.


Queste premesse formano parte integrante e sostanziale di ogni contratto di compravendita di prodotti stipulato all'interno dei siti web http://www.armeriaciaffoni.it e http://www.armeriaciaffoni.it/shop

 

OGGETTO DEL CONTRATTO ON LINE E SUA DEFINIZIONE

Per contratto di compravendita "on line" si intende il contratto a distanza e cioè il negozio giuridico avente per oggetto beni mobili e/o servizi stipulato tra un fornitore, l'Armeria Ciaffoni con sede in Via Gregorio Casinovi 18 00042 Frascati (RM) e un consumatore Cliente nell'ambito di un sistema di vendita a distanza organizzato dal fornitore che, per tale contratto, impiega in forma prevalente ma non esclusiva, la tecnologia di comunicazione a distanza denominata "internet". Tutti i contratti, pertanto, saranno conclusi, salvo diversi accordi, direttamente attraverso l'accesso da parte del consumatore Cliente al sito internet corrispondente, ove, seguendo le indicate procedure, arriverà a concludere il contratto per l'acquisto del bene.

ORDINI

L’ordine sottoscritto dal cliente in fase di immissione ha valore di proposta contrattuale, ai sensi dell'art. 1326 c.c. In caso di mancata disponibilità dei prodotti, verificatasi successivamente alla sottoscrizione dell’ordine da parte del Cliente e/o alla conferma d'ordine da parte dell'Armeria Ciaffoni , il venditore si riserva espressamente di contattare il Cliente per concordare la sostituzione dei prodotti indisponibili con altri equivalenti per caratteristiche e prezzo. In caso di mancata accettazione da parte del Cliente di detta modifica, l'Armeria Ciaffoni considererà annullato l'ordine, impegnandosi a restituire al medesimo l'eventuale caparra versata, ed escludendo espressamente ogni risarcimento di danno di qualsiasi natura anche ulteriore o rimborso di spese o indennizzo di qualsiasi genere.

L’ordine sarà altresì annullato in caso di mancata conferma di accettazione dello stesso da parte del Cliente a seguito dell’invio della conferma da parte dell'Armeria Ciaffoni comprendente la contabilizzazione delle spese di spedizione nei termini di tempo indicati e/o in caso di mancato pagamento dello stesso.

ACCETTAZIONE DELL'ORDINE

L'acquisto dei prodotti si perfezionerà attraverso le seguenti fasi:

Con l'invio dell'ordine, il Cliente trasmette all'Armeria Ciaffoni una proposta di acquisto del prodotto o dei prodotti selezionati. L'invio dell'ordine di acquisto implica il consenso (ai sensi dell'art. 10 DL 185/1999) a ricevere le successive comunicazioni dell'Armeria Ciaffoni qui di seguito descritte, le quali sono finalizzate esclusivamente alla conclusione e all'esecuzione del contratto di vendita.

L'Armeria Ciaffoni confermerà con un messaggio di posta elettronica il ricevimento dell'ordine trasmesso dal Cliente segnalando l’aggiornamento dello status dell’ordine stesso visionabile sul sito web www.armeriaciaffoni.it/shop. Sullo status dell’ordine sarà riportato un Numero d’Ordine che dovrà essere utilizzato in ogni ulteriore comunicazione con l'Armeria Ciaffoni ed il riepilogo dello stesso comprensivo delle spese di spedizione.

Il Cliente confermerà l’ordine indicando gli estremi del pagamento secondo la modalità scelta ed i dati di spedizione e fatturazione.

L'Armeria Ciaffoni provvederà, una volta ricevuto in modo effettivo il pagamento ( con esclusione della modalità di pagamento “contrassegno” ), a consegnare quanto richiesto al corriere espresso incaricato di eseguire il recapito all'indirizzo indicato in fase di conferma d’ordine dal Cliente stesso.

RISOLUZIONE CONTRATTUALE E CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA

L'Armeria Ciaffoni ha la facoltà di risolvere il contratto stipulato dandone semplice comunicazione al Cliente con adeguate e giustificate motivazioni; in tal caso il Cliente avrà diritto esclusivamente alla restituzione dell'eventuale somma già corrisposta. Le obbligazioni assunte dal Cliente (Obblighi dell'acquirente), nonché la garanzia del buon fine del pagamento che il Cliente effettua con i mezzi previsti, hanno carattere essenziale, cosicché per patto espresso, la inadempienza, da parte del Cliente, di una soltanto di dette obbligazioni determinerà la risoluzione di diritto del contratto ex art.1456 c.c., senza necessità di pronuncia giudiziale, fatto salvo il diritto per l'Armeria Ciaffoni di agire in giudizio per il risarcimento dell'ulteriore danno.

PREZZI DI VENDITA E MODALITÀ D'ACQUISTO

Tutti i prezzi di vendita dei prodotti esposti ed indicati all'interno del presente sito internet, per i quali costituiscono offerta al pubblico ai sensi dell'art. 1336 c.c., sono comprensivi di I.V.A. e di ogni altra imposta e sono espressi in Euro (€). Sarà a carico del Cliente un contributo per spese di spedizione, chiaramente indicato prima del perfezionamento dell'ordine, variabile in relazione a peso, dimensioni e destinazione (su territorio italiano o estero) dell'ordine stesso.

L'Armeria Ciaffoni si riserva di confermare o modificare i prezzi dei Prodotti non disponibili a magazzino al momento della Conferma d'ordine in base ai listini vigenti, la cui pubblicazione annulla e sostituisce integralmente i listini precedenti.

I prezzi sono subordinati alla effettiva disponibilità di mercato dei Prodotti.

Il contratto di acquisto si perfeziona mediante l'esatta compilazione ed il consenso all'acquisto manifestato tramite l'adesione data "on-line" ovvero con la sottoscrizione dell'ordine in forma elettronica all’interno del presente sito. Non esiste alcun vincolo di ordine minimo d'acquisto. Il Cliente può pagare la merce ordinata mediante i servizi di pagamento indicati on-line all'atto dell'acquisto.

Per le caratteristiche intrinseche del sistema di commercio elettronico adottato dall'Armeria Ciaffoni , basato sulla esatta corrispondenza degli articoli in magazzino con quanto visualizzato nel catalogo on-line, fino al perfezionamento dell'ordine di acquisto mediante l'esatta compilazione ed il consenso all'acquisto manifestato tramite l'adesione data "on-line" ovvero con la sottoscrizione del buono d'ordine allegato al catalogo elettronico, la merce selezionata dal consumatore ed elencata nelle fasi precedenti alla conferma dell'acquisto è resa disponibile anche agli altri Clienti e pertanto può essere acquistata da altri Clienti.

DISPONIBILITÀ DEI PRODOTTI

Il sistema informatico dell'Armeria Ciaffoni è concepito per garantire l'immediata evasione degli ordini ed evitare al Cliente inutile attese. E' tuttavia possibile che in alcuni casi, ritardi di consegna da parte dei nostri fornitori comportino dei ritardi dell'evasioni degli ordini. La prassi in queste situazioni comporta comunque un avviso al Cliente finale che potrà scegliere se attendere l’arrivo del prodotto o meno.

Sul sito web www.armeriaciaffoni.it, il Cliente potrà trovarsi di fronte a diverse situazioni di disponibilità:

 - Quantità disponibile: I prodotti ordinati ( limitatamente alla quantità indicata numericamente ) sono disponibili presso la Ns sede. In questo caso i prodotti ordinati verranno posti in spedizione immediatamente dopo la ricezione del pagamento;

 - Disponibilità fornitore SI: I prodotti sono generalmente disponibili presso i nostri fornitori di riferimento. In questo caso il sitema renderà disponibile l'opzione "Prenota" e sarà possibile ordinare tali prodotti. L'Armeria Ciaffoni provvederà a verificarne l’effettiva disponibilità presso i propri fornitori, a comunicare al Cliente eventuali variazioni di prezzo dei prodotti stessi  ed approvvigionare il proprio magazzino di tali prodotti nel più breve tempo possibile, sempre in seguito alla conferma dell’ordine da parte del Cliente che sarà informato sulla tempistica di approvvigionamento. In caso di disponibilità presso i magazzini dei fornitori i prodotti ordinati verranno spediti non appena si creerà disponibilità presso il nostro magazzino e comunque sempre dopo la ricezione del pagamento. I tempi di consegna non supereranno mai, in ogni caso, quelli previsti dall'art. 6 Decr. Legisl. 185/1999.

- Disponibilità fornitore NO: I prodotti sono presenti nelle quantità numeriche indicate e NON sono disponibili presso i nostri fornitori di riferimento ( fine serie, fuori produzione, stock limitati ). Sarà pertanto possibile ordinare solo il quantitativo del prodotto disponibile in sede e NON sarà consentita la prenotazione per ulteriori quantità del prodotto.

Per i prodotti ordinati con la modalità "Prenota" o introdotti a listino in seguito ad una specifica richiesta del Cliente non sarà accettato il normale diritto di recesso.

METODI DI PAGAMENTO

I metodi di pagamento abilitati sono:

* BONIFICO BANCARIO

* PAGAMENTO PAYPAL

* CONTANTI ( PER RITIRO PRODOTTI PRESSO NS. SEDE )


BONIFICO BANCARIO Il pagamento avviene tramite bonifico bancario.
L'importo da bonificare sarà indicato al Cliente tramite l’aggiornamento dello status ordine visionabile sul sito web e/o tramite fax, tenendo conto solo dei prodotti realmente disponibili in magazzino e già pronti per essere spediti salvo diversi accordi. Le coordinate bancarie su cui effettuare il bonifico saranno specificate al Cliente al momento di concludere l'ordine. La merce sarà posta in spedizione esclusivamente dopo la ricezione del pagamento.

ESECUZIONE DEL CONTRATTO E MODALITA' DI CONSEGNA

l'Armeria Ciaffoni provvederà a recapitare ai Clienti i prodotti ordinati, mediante corrieri e/o spedizionieri di fiducia oppure, ad insindacabile giudizio dell'azienda, direttamente da personale e collaboratori dell'azienda stessa, qualora il domicilio del cliente si trovi nelle aree servite direttamente dal servizio di consegna societario.

TERMINI DI CONSEGNA

I termini di consegna dei Prodotti sono stabiliti in 14 giorni lavorativi dal momento della ricezione del pagamento da parte dell'Armeria Ciaffoni. In caso di ritardi dovuti a mancata disponibilità dei prodotti su piazza, l'Armeria Ciaffoni si impegna a darne comunicazione al Cliente in forma scritta, entro un giorno lavorativo antecedente il termine di consegna. Eventuali ritardi nella consegna inferiori a 7 giorni lavorativi non danno diritto al Cliente di rifiutare la merce ed ad alcun indennizzo o risarcimento di danno.

L'Armeria Ciaffoni si riserva il diritto di evadere una medesima Conferma d'ordine con più consegne successive.

I tempi del recapito non supereranno mai, in ogni caso, quelli previsti dall'art. 6 Decr. Legisl. 185/1999. Per data di consegna si intende valida la data relativa al primo tentativo, da parte del corriere, di recapito della merce all'indirizzo del destinatario, anche se il tentativo non va a buon fine per assenza del destinatario o rifiuto della merce.

Per casi particolari, quali i ritiri in sede, il cliente si impegna a ritirare i prodotti entro 5 giorni lavorativi successivi alla scadenza dei termini di consegna o alla comunicazione effettuata al Cliente da parte dell'Armeria Ciaffoni della disponibilità dei Prodotti in ordine presso il proprio magazzino. In caso di ritardo verrà addebitato al Cliente il costo di magazzino per la custodia dei prodotti, quantificato nella somma di € 10 giornalieri; di converso, eventuali ritardi di consegna da parte di l'Armeria Ciaffoni comporteranno la medesima penale, con esclusione espressa di ogni ulteriore danno o risarcimento, salvo quanto espresso nell’art. 4.2.

Ove il ritardo nel ritiro dei Prodotti da parte del Cliente superi i 10 giorni lavorativi dalla data di consegna stabilita, tale comportamento sarà ritenuto di rinuncia all’ordine, con contestuale trattenuta della eventuale caparra versata dal Cliente da parte dell'Armeria Ciaffoni.

RESPONSABILITA'

L'Armeria Ciaffoni non assume alcuna responsabilità per i disservizi imputabili a causa di forza maggiore e/o caso fortuito quali incidenti, furti e/o rapine al corriere incaricato della consegna, incendi, esplosioni, scioperi e/o serrate, terremoti, alluvioni ed altri similari eventi che impedissero, in tutto o in parte, di dare esecuzione nei tempi e nei modi concordati al contratto. L'Armeria Ciaffoni non sarà responsabile nei confronti di alcuna parte in merito a danni, perdite e costi subiti a seguito della mancata esecuzione del contratto per le cause sopra citate, avendo il consumatore diritto soltanto all’indennizzo previsto dall’assicurazione sulla spedizione stessa.

L'Armeria Ciaffoni non è altresì in alcun caso responsabile di danni e mancati guadagni dovuti al mancato funzionamento del prodotti acquistati.

SPESE DI TRASPORTO

Tutte le spedizioni vengono effettuate tramite corriere espresso nazionale.

Le spese di trasporto sono a costo fisso, e si intendono valide per pacchi inferiori ai 10KG. La tariffa è di € 12 IVA inclusa.

In caso di grosse spedizioni, sarete contattati per validare l'invio di più pacchi.

Per conoscere il totale delle spese di trasporto da pagare per l’ordine sarà sufficiente, una volta ricevuta la mail informativa sull’aggiornamento dello status dell’ordine stesso, visionare l’aggiornamento attraverso la funzionalità “i miei ordini”.

Per tutte le tipologie di spedizione non espressamente citate i costi e le modalità verranno valutati singolarmente in concordato con il Cliente.

OBBLIGHI DELL'ACQUIRENTE

Il Cliente/Consumatore è tenuto a visionare ed accettare le condizioni contrattuali, nonché delle specifiche del prodotto oggetto dell'acquisto, e ciò al fine di soddisfare integralmente la condizione di cui agli artt. 3 e 4 del Decr. Legisl. n° 185/1999.

E' fatto severo divieto all'acquirente di inserire dati falsi, e/o inventati, e/o di fantasia, nella procedura di registrazione necessaria ad attivare nei suoi confronti l'iter per l'esecuzione del presente contratto e le relative ulteriori comunicazioni; i dati anagrafici e la e-mail devono essere esclusivamente i propri reali dati personali e non di terze persone, oppure di fantasia. E' espressamente vietato effettuare doppie registrazioni corrispondenti ad una sola persona o inserire dati di terze persone. L'Armeria Ciaffoni si riserva di perseguire legalmente ogni violazione ed abuso, nell'interesse e per la tutela dei consumatori tutti.

Il Cliente malleva l'Armeria Ciaffoni da ogni responsabilità derivante dall'emissione di documenti fiscali errati a causa di errori relativi ai dati forniti dal Cliente, essendone il Cliente stesso unico responsabile del corretto inserimento.

CARATTERISTICHE DEI PRODOTTI

Le caratteristiche tecniche e funzionali dei Prodotti, comunque pubblicizzate dall'Armeria Ciaffoni , sono tratte dalle specifiche ufficiali edite dai rispettivi produttori, da questi ultimi soggette a modifiche senza preavviso. L'Armeria Ciaffoni declina qualsiasi responsabilità per inesattezze delle proprie descrizioni dei Prodotti, imputabili sia a modifiche produttive che ad errori e/o refusi editoriali. Caratteristiche estetiche e immagini pubblicate hanno carattere meramente illustrativo e non vincolante.

L'Armeria Ciaffoni non garantisce in alcun modo né la compatibilità dei Prodotti con apparecchiature già in possesso del Cliente, né la loro idoneità all'uso specifico ipotizzato dal Cliente.

Il Cliente assume espressa responsabilità riguardo a provenienza, integrità e funzionalità della merce di proprietà da lui consegnata, esonerando l'Armeria Ciaffoni da qualsivoglia obbligo di riscontro relativo alle sopraccitate caratteristiche, nonché da qualsivoglia responsabilità relativa alla merce in questione.

Non è prevista in alcun caso la cessione in prova o in visione dei Prodotti.

Per quanto attiene condizioni di garanzia, diritto di recesso del Cliente e modalità per usufruire del servizio di assistenza si rimanda esplicitamente a quanto disposto nelle Condizioni di Garanzia ed Assistenza, di seguito pubblicate.

GARANZIE E MODALITA' DI ASSISTENZA

Il Cliente, sottoscrivendo la Proposta d'ordine, dichiara di aver letto ed espressamente accettato tali Condizioni di Garanzia ed Assistenza. L'Armeria Ciaffoni commercializza prodotti di elevato livello qualitativo, per i quali offre una garanzia minima di mesi 24 dalla data d'acquisto. Tale servizio viene direttamente fornito dalle case produttrici dei beni venduti, attraverso i propri centri assistenza, ai quali il cliente deve rivolgersi per ogni rimostranza e/o lamentela e richiesta d'intervento o riparazione. I riferimenti di tali centri di assistenza, ove non presenti nelle schede e nella documentazione dei singoli prodotti, verranno forniti dall'Armeria Ciaffoni , che risponderà all'indirizzo: ehunter@armeriaciaffoni.it . Nei soli casi in cui e' previsto che sia l'Armeria Ciaffoni ad occuparsi dell'assistenza in garanzia, sarà cura del Cliente inviare, previa richiesta dell'assegnazione RMA (n. identificativo del Reso di Materiale Autorizzato rilasciato dopo la compilazione del relativo form in cui indicherà il prodotto, numero seriale, numero e data della fattura di acquisto oltre che una dettagliata descrizione del difetto ), il prodotto integro, sia nell'imballo esterno che interno e con tutte le dotazioni originarie (manuale, cavetterie, custodie, etc.) alla stessa Armeria Ciaffoni , che provvederà entro il tempo massimo di un mese dalla ricezione ( salvo nel caso di prodotti da inviare presso il costruttore i cui eventuali ritardi NON SONO IN ALCUN MODO IMPUTABILI all'Armeria Ciaffoni ) al perfezionamento dell'assistenza. I costi del trasporto della merce in garanzia sono da considerarsi all'andata a carico del cliente ed al ritorno a carico dell'Armeria Ciaffoni. Nel caso in cui il prodotto dichiarato guasto o non funzionante risultasse, dopo nostro accurato controllo, funzionante verranno addebitate al Cliente € 25.00+iva per spese di gestione e, nel caso di merce inviataci tramite corriere, verrà fatto carico al cliente delle spese di trasporto per il ritorno della merce. Tale assistenza avverrà attraverso contatto diretto con il fornitore, che a suo insindacabile giudizio, provvederà alla riparazione, alla sostituzione del prodotto stesso, o alla sostituzione con un prodotto di prestazioni equivalenti, in ogni caso, comunque, le normative di riferimento e le modalità di applicazione della garanzia sono quelle indicate ed evidenziate dal produttore nel proprio certificato, sempre allegato al prodotto. L'Armeria Ciaffoni, anche successivamente al citato periodo di garanzia biennale, durante il quale il Cliente gode dell'assistenza in garanzia, intende seguire il proprio cliente che dovesse avere problemi con il prodotto acquistato; egli, pertanto,potrà richiedere la RMA specificando "NON IN GARANZIA" sempre attraverso l'apposito form. L'intervento di assistenza in tutto o in parte fuori garanzia verrà effettuato senza ulteriore notifica sino ad un importo complessivo di € 50.00 iva inclusa. Per importi superiori sarà richiesto l'ulteriore consenso del Cliente. In caso di rinuncia, saranno comunque dovute le spese forfettarie di preventivo pari ad € 30,00 iva inclusa.

Il periodo di garanzia si estende per due anni ( salvo diversa indicazione del produttore ) a partire dalla data di acquisto del bene per i consumatori finali (*), mentre ha durata di un anno per tutti gli altri soggetti. Eventuali successivi interventi tecnici o sostituzioni (complete o parziali) dei beni non estendono il diritto di garanzia oltre tali termini, non novando il rapporto giuridico tra le parti. Il Cliente, per ottenere l'intervento in garanzia, deve notificare all'Armeria Ciaffoni il difetto entro 8 giorni dall'accertamento. L'assistenza in garanzia viene applicata esclusivamente ai prodotti di cui siano comprovati, mediante esibizione di documento fiscale, l'acquisto presso l'Armeria Ciaffoni e la data in cui tale acquisto è avvenuto (ARTT. 1512 E SEGG. CC).

Non sono coperti da garanzia i componenti di consumo (quali batterie, abbigliamento, calzature...) e i beni riproducibili. Perdono diritto alla garanzia le parti che risultino danneggiate da eventi accidentali, cattivo uso o negligenza da parte dell'utente, ovvero che rechino segni di manomissione da parte di personale non autorizzato. La garanzia non sarà applicata in caso di rimozione o danneggiamento di sigilli di garanzia ed etichette apposte a scopo di identificazione sui prodotti.

Il diritto all’assistenza in garanzia è sempre subordinato al risultato della verifica tecnica. L’accettazione da parte del personale dell'Armeria Ciaffoni di materiale contestato non costituisce constatazione di vizio, ma va inteso esclusivamente come atto preliminare alla effettiva verifica tecnica.

L’assistenza viene effettuata esclusivamente presso i punti assistenza autorizzati dell'Armeria Ciaffoni , ad esclusione dei prodotti per i quali la Casa produttrice si impegna in maniera esclusiva all’assistenza diretta.

L'Armeria Ciaffoni si riserva diritto esclusivo di decisione per quanto attiene la riparazione della parte guasta ovvero la sua sostituzione con componente uguale o di analogo valore e funzionalità, dipendentemente dalla disponibilità di magazzino e di mercato. In caso di sostituzione concordata del componente con uno di maggior valore, il Cliente sarà tenuto al pagamento della differenza di prezzo. Per accedere alla procedura di sostituzione del materiale, il Cliente dovrà, pena il decadimento del diritto, rendere la merce completa degli imballaggi ed accessori componenti la confezione originale.

Non è previsto alcun tipo di indennizzo per il periodo di inattività del prodotto reso in assistenza.

Qualora il materiale reso risulti funzionante, fuori garanzia ovvero privo di diritto alla garanzia per uno dei sopraccitati motivi, al Cliente verranno addebitati i relativi costi orari di manodopera.

In caso di controversia l'Armeria Ciaffoni si riserva il diritto di sottoporre il materiale in contestazione a perizia tecnica da parte di esperto terzo nel rapporto, dal cui parere si riterrà vincolata, fatto salvo il diritto dell’altra parte di usare analoga procedura. Per le controversie di carattere giudiziario sarà competente in modo esclusivo il Foro di Roma.

(*) Si definisce consumatore finale "la persona fisica che agisce per scopi estranei all'attività imprenditoriale o professionale eventualmente svolta"(Art. 1469 bis Cc).

La garanzia copre esclusivamente l’integrità materiale dei beni alla consegna e i difetti di funzionamento imputabili al processo di fabbricazione dei componenti hardware. Sono esclusi dall'assistenza in garanzia i difetti e/o i malfunzionamenti di natura software, quali, a titolo d'esempio, l'errata configurazione di componenti da parte dei Clienti, i danni dovuti ad attacchi da virus informatici, il mancato funzionamento di specifici applicativi software. Gli interventi fuori garanzia ed eventuali interventi accessori, concordati col Cliente e realizzati in concomitanza con l'intervento di assistenza in garanzia, verranno conteggiati alle tariffe tecniche vigenti (ARTT. 1490 E SEGG. CC).

MODALITA' DI RESTITUZIONE ED ACCETTAZIONE DEI PRODOTTI

Gli acquisti sul presente sito sono soggetti alla disciplina del D.Lgs n. 185 del 22/05/1999, dettata in materia di contratti, pertanto per usufruire della sostituzione/riparazione in garanzia di uno o più prodotti non funzionanti, in seguito alla compilazione ed invio del form di richiesta della RMA, il Cliente dovrà scrupolosamente attenersi alle seguenti disposizioni e procedure.

 - Il pacco dovrà riportare all'esterno e in modo ben visibile, il numero di RMA che sarà comunicato al Cliente in seguito alla ricezione della richiesta di assistenza;

 - I prodotti oggetto della RMA dovranno essere spediti entro 10gg. solari dall'apertura della pratica di RMA esclusivamente a mezzo Corriere Espresso (SDA, TNT, DHL, UPS, ...) o tramite servizio Paccocelere di Poste Italiane. Non verranno accettati RMA inviati a mezzo Raccomandata A/R o Posta Prioritaria.

 - Il prodotto dovrà essere spedito nel suo imballo originale e completo di tutta la dotazione presente al momento dell'acquisto ( manuali, accessori, cavetteria, ecc...);

 - Il prodotto non dovrà presentare alcun segno di manomissione e/o intervento/tentato intervento da parte di terzi;

 - Il prodotto dovrà presentare tutti i sigilli di garanzia ed identificativi apposti dal costruttore e/o dalla stessa Armeria Ciaffoni

 - Il prodotto oggetto della RMA dovrà essere spedito presso: Armeria Ciaffoni - Via Gregorio Casinovi, 18  00042 Frascati ( RM )

L'Armeria Ciaffoni  si riserva sin d'ora il diritto di non accettare resi che non rispettino anche una soltanto delle sopraccitate condizioni. Resta altresì inteso che i resi pervenuti presso l'Armeria Ciaffoni che non rispettino anche una soltanto delle sopraccitate condizioni verranno rispediti al Cliente, che avrà totalmente a suo carico i costi della spedizione.


DIRITTO DI RECESSO

Nel caso in cui il Cliente, entro le 168 ore ( 7 gg. ) dalla consegna della merce ordinata, termine da considerarsi essenziale, dichiari con le modalità di cui al punto 8 delle presenti condizioni generali di contratto, la non conformità e/o difformità della medesima all'ordine, l'Armeria Ciaffoni provvederà a propria cura e spese al ritiro del prodotto al fine della sua sostituzione ; qualora, però, l'oggetto dell'ordine contestato come difforme non ritorni nelle medesime condizioni di ricezione, e cioè in perfetto stato di conservazione, non usato, provvisto dell'imballo originale e degli eventuali manuali, senza alcuna mancanza, ma invece venga restituito carente di anche uno solo dei detti caratteri essenziali, l'Armeria Ciaffoni riterrà perfezionato l'acquisto del detto bene da parte del Cliente, che rimarrà a disposizione del medesimo presso la struttura dell'Armeria Ciaffoni, ove potrà ritirarlo previo appuntamento oppure potrà essere rispedito sempre con le condizioni di trasporto di cui al punto 3 delle presenti condizioni generali di contratto. L'Armeria Ciaffoni si riserva la facoltà di addebitare al Cliente le eventuali spese sostenute per la verifica del prodotto e per la spedizione dello stesso, qualora esso risultasse integro e funzionante, differentemente da quanto dichiarato dal cliente.

GIURISDIZIONE E FORO COMPETENTE

Ogni controversia relativa alla applicazione, esecuzione, interpretazione e violazione dei contratti d'acquisto stipulati "on line" tramite il presente sito web è sottoposta alla giurisdizione italiana; le presenti condizioni generali si riportano, per quanto non espressamente ivi previsto, al combinato disposto del decreto legislativo n° 50 del 15.1.1992 e del decreto legislativo n° 185 del 22.5.1999. Per qualsiasi controversia tra le parti in merito al presente contratto sarà competente il Foro di Roma.

 

SPEDIZIONE ARMI

Ribadiamo la NON possibilità di spedizione di armi da fuoco, armi ad aria compressa di alta potenza o di armi ad aria compressa anche se inferiori ai 7,5 joule.
La Legge NON lo consente.
L’unico modo per poter ricevere armi, è quella di richiedere il Nulla Osta alla Prefettura di appartenenza ed inoltrarcelo.
Nessun altro procedimento è legale, pertanto non acconsentiremo a nessun’altra richiesta.
Diffidate da chiunque spedisca chiedendovi “solo” la Carta d’Identità, ricordiamo anche, che la vendita di un’arma ad aria compressa, di libera vendita, va effettuata
potendo VERIFICARE di persona che l’acquirente sia lo stesso del documento e, ovviamente, la maggiore età. Questo tipo di controllo, va da sè, è inattuabile con la spedizione al domicilio.

si allega anche la risposta del Giudice Mori per fare ancora più chiarezza:

“Tutto deriva dal Regolamento alla legge di
http://www.earmi.it/diritto/leggi/aria.htm

che in modo illegale ha poi stabilito le stesse regole previste pper le armi comuni si applicassero alle armi liberalizzate. Tre queste anche quella che vieta la vendita per corrispondenza.
Il problema non è di identificare l’acquirente, cosa che si può fare se lo stesso invia fotocopia di un documento, ma è il fatto che l’oggetto potrebbe essere consegnato a persona diversa dall’acquirente. Preoccupazione imbecille perché chi l’acquistasse in negozio potrebbe rivenderla al primo che incontra fuori dalla porta.
La sanzione è amministrativa da 500 a 3.000 euro, ma la questura ritirerebbe anche la licenza. Risponde sia chi vende che chi acquista.
Saluti ed auguri. Edoardo Mori

27/12/2016”

 

Decreto 9 Agosto 2001, n. 362

DECRETO 9 agosto 2001, n. 362 Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n° 231 del 04/10/2001 Regolamento recante la disciplina specifica dell’utilizzo delle armi ad aria compressa o a gas compressi, sia lunghe che corte, i cui proiettili erogano un’energia cinetica non superiore a 7,5 joule e delle repliche di armi antiche ad avancarica di modello anteriore al 1890 a colpo singolo.

Il Ministro dell’Interno

Visto il regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, e successive modifiche e integrazioni, con il quale e’ stato approvato il testo unico delle leggi di pubblica sicurezza; Visto il regio decreto 6 maggio 940, n. 635, con il quale e’ stato approvato il regolamento per l’esecuzione del citato testo unico; Vista la legge 23 febbraio 1960, n. 186, e successive modifiche e integrazioni, concernente modifiche al regio decreto luogotenenziale 30 dicembre 1923, n. 3152, sulla obbligatorieta’ della punzonatura delle armi da fuoco portatili e successive modifiche ed integrazioni; Vista la legge 18 aprile 1975, n. 110, e successive modifiche e integrazioni, concernente norme integrative della disciplina vigente per il controllo delle armi, delle munizioni e degli esplosivi; Vista la legge 21 febbraio 1990, n. 36, e successive modifiche e integrazioni, concernente nuove norme sulla detenzione delle armi, delle munizioni, degli esplosivi e dei congegni assimilati; Visto l’articolo 11 della legge 21 dicembre 1999, n. 526, concernente disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia alle Comunita’ europee – legge comunitaria 1999; Visto l’articolo 27 della legge 29 dicembre 2000, n. 422, concernente disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia alle Comunita’ europee – legge comunitaria 2000; Vista la direttiva 91/477/CEE del Consiglio, del 18 giugno 1991, relativa al controllo dell’acquisizione e della detenzione di armi; Considerato che, ai sensi dell’articolo 11, comma 3, della citata legge n. 526/1999, occorre adottare, con regolamento, una disciplina specifica dell’utilizzo delle armi ad aria compressa o a gas compressi, sia lunghe sia corte, i cui proiettili erogano un’energia cinetica non superiore a 7,5 joule; Considerato che ai sensi dell’articolo 27 della citata legge n. 422/2000 le repliche di armi antiche ad avancarica di modello anteriore al 1890 a colpo singolo, sono assoggettate, in quanto applicabile, alla disciplina vigente per le armi ad aria compressa o a gas compressi, sia lunghe sia corte, i cui proiettili “erogano un’energia cinetica non superiore a 7,5 joule”; Rilevata la necessita’ di definire con apposito regolamento ed in conformita’ ai criteri di cui al comma 5 del citato articolo 11, la compiuta disciplina delle armi ad aria o a gas compressi, sia lunghe sia corte, i cui proiettili erogano un’energia cinetica non superiore a 7,5 joule e delle repliche di armi antiche ad avancarica di modello anteriore al 1890 a colpo singolo, in conformita’ alle indicazioni contenute nelle citate leggi n. 526/1999 e n. 422/2000; Sentito il parere della Commissione consultiva centrale per il controllo delle armi nelle sedute del 12 settembre, 27 settembre, 5 ottobre, 9 novembre, 5 dicembre 2000, 15, 27 marzo e 4 aprile 2001; Visto l’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400; Udito il parere del Consiglio di Stato, espresso dalla sezione Consultiva per gli atti normativi nell’adunanza del 4 giugno 2001; Data comunicazione al Presidente del Consiglio dei Ministri ai Sensi dell’articolo 17 della citata legge n. 400/1988, con nota n. 27-12/A-7 in data 19 luglio 2001;

Adotta il seguente regolamento:

Titolo I – Armi ad aria o a gas compressi con modesta capacità offensiva

Art. 1 Definizione 1. Le armi ad aria o a gas compressi, sia lunghe che corte, i cui proiettili sono dotati di un’energia cinetica, misurata all’origine, non superiore a 7,5 joule, sono armi con modesta capacita’ offensiva non assimilate alle armi comuni da sparo.
2. Le armi di cui al comma 1 possono utilizzare esclusivamente il funzionamento semiautomatico od a ripetizione semplice ordinaria e sono destinate al lancio di pallini inerti non idonei a contenere o trasportare altre sostanze o materiali.

Art. 2 Verifica di conformità
1. La produzione e l’importazione delle armi di cui all’articolo 1 e’ subordinata alla preventiva verifica di conformita’ da parte della Commissione consultiva centrale per il controllo delle armi.
2. La verifica di conformità è effettuata sulla base dei disegni e delle caratteristiche indicate nella domanda ovvero sulla base dei prototipi ove ritenuto necessario.
3. La domanda succitata, conforme all’imposta di bollo, deve essere indirizzata al Ministero dell’interno, ufficio per l’amministrazione generale del Dipartimento della pubblica sicurezza – Ufficio per gli affari della polizia amministrativa e sociale, e deve contenere le indicazioni relative alle generalita’, se persona fisica e la ditta, la ragione o la denominazione sociale se impresa, del produttore e dell’importatore, il relativo domicilio o sede nonche’ le caratteristiche dell’arma, quali: tipo, denominazione, Stato o Stati in cui essa è prodotta o da cui è importata, calibro, numero delle canne e relativa lunghezza, lunghezza minima, sistema di funzionamento e ogni altra particolarita’ strutturale dell’arma. Il richiedente dovrà precisare se intende produrre o importare l’arma, indicandone in quest’ultimo caso la fabbrica e lo Stato di provenienza.
4. Alla domanda devono essere allegate:
a) una relazione tecnica, corredata di disegni costruttivi e fotografie relativi all’arma ed alle parti di essa, con sottoscrizione autenticata del richiedente a norma dell’articolo 21 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445;
b) una certificazione dell’energia cinetica erogata, misurata all’origine, rilasciata dal Banco nazionale di prova di Gardone Val Trompia, direttamente o a mezzo delle sue sezioni.
5. L’esibizione del prototipo o esemplare, ove ritenuto necessario, e’ effettuata a richiesta della Commissione. Nella domanda devono essere indicate le generalita’ della persona incaricata dell’esibizione e del ritiro del prototipo o esemplare eventualmente richiesto.
6. Le risultanze della verifica di conformita’ sono comunicate al soggetto richiedente di cui al comma 3 entro il termine di 120 giorni a decorrere dalla data di ricezione della domanda.
7. Alla procedura di cui ai commi precedenti, fatta eccezione per quanto previsto al comma 4, lettera a), soggiace altresì chiunque detenga le armi di cui all’articolo 1 iscritte nel Catalogo nazionale delle armi comuni da sparo ed intende avvalersi della normativa contenuta nel presente regolamento.

Art. 3 Immatricolazione
1. Sulle armi di cui all’articolo 1 devono essere impressi i segni identificativi previsti dall’articolo 11, comma primo, della legge 18 aprile 1975, n. 110, fatta eccezione per il numero di iscrizione nel Catalogo nazionale delle armi comuni da sparo.

Art. 4 Punzone di identificazione 1. Sulle armi di cui all’articolo 1 e’ apposto dal produttore o dall’importatore, dopo la verifica di conformita’, uno specifico punzone, preventivamente depositato presso il Banco nazionale di prova, che ne certifica l’energia cinetica entro il limite consentito; sulle armi con separato punzone e’ apposto il numero della verifica di conformita’ attribuito dal Dipartimento della pubblica sicurezza.
2. I soggetti indicati all’articolo 2, comma 7, ivi compresi coloro che importano le armi per ragioni diverse dal commercio, devono chiedere l’apposizione dello specifico punzone da parte del Banco nazionale di prova.

Art. 5 Fabbricazione ed importazione
1. La fabbricazione e l’importazione delle armi di cui all’articolo 1 sono soggette all’autorizzazione prevista dall’articolo 31 del regio decreto n. 773/1931. L’importazione e’ altresi’ soggetta al disposto di cui all’articolo 12, comma primo, della legge n. 110/1975.
2. Le domande dirette ad ottenere l’autorizzazione per fabbricare od importare devono contenere le indicazioni stabilite dall’articolo 46 del regio decreto n. 635/1940.

Art. 6 Esportazione 1. Chiunque intende esportare le armi di cui all’articolo 1 deve darne preventivo avviso scritto al questore della provincia da cui le armi sono spedite.
2. L’avviso deve contenere l’indicazione del marchio o sigla, modello, calibro, matricola e numero delle armi oggetto dell’esportazione.
3. Per la sola matricola e’ possibile effettuare l’avviso all’atto della spedizione.
4. Del ricevimento dell’avviso di cui ai commi 2 e 3 viene rilasciata ricevuta.
5. Se entro dieci giorni dal ricevimento dell’avviso di cui al comma 2 non intervengono provvedimenti dell’Autorita’ di pubblica sicurezza l’esportazione si intende autorizzata.

Art. 7 Cessione
1. La cessione per ragioni di commercio delle armi di cui all’articolo 1 e’consentita a coloro che sono titolari dell’autorizzazione di polizia per il commercio di armi, prevista dall’articolo 31 del regio decreto n. 773/1931.
2. I commercianti di armi provvedono all’annotazione nel registro delle operazioni giornaliere di cui all’articolo 35 del regio decreto n. 773/1931, con le modalita’ previste dall’articolo 54 del regio decreto n. 635/1940, dei seguenti elementi: data dell’operazione, persona o ditta con la quale l’operazione è compiuta, specie, contrassegni e quantita’ delle armi acquistate o vendute e modalita’ con le quali l’acquirente ha dimostrato la propria identita’ personale.
3. Le armi di cui all’articolo 1 possono essere acquistate da soggetti maggiorenni muniti di valido documento di riconoscimento.
4. Sono consentiti la cessione ed il comodato delle armi di cui all’articolo 1, purche’ avvengano con scrittura privata tra soggetti maggiorenni. Non e’ necessaria la scrittura privata nel comodato a termine di durata non superiore a quarantotto ore.
5. La vendita per corrispondenza e’ regolata dal disposto dell’articolo 17 della legge n. 110/1975.
6. La vendita nelle aste pubbliche e’ consentita nel rispetto delle condizioni di cui ai commi 3 e 4.
7. E’ fatto divieto dell’affidamento a minori delle armi di cui all’articolo 1.

Art. 8 Detenzione
1. La detenzione delle armi di cui all’articolo 1 non e’ sottoposta all’obbligo di denuncia previsto dall’articolo 38 del regio decreto n. 773/1931. Per tali armi non si applicano i limiti alla detenzione previsti per le armi comuni da sparo dall’articolo 10, comma sesto, della legge n. 110/1975.

Art. 9 Porto
1. Il porto delle armi di cui all’articolo 1 non e’ sottoposto ad autorizzazione dell’Autorità di pubblica sicurezza.
2. Le armi di cui al comma 1 non possono essere portate fuori della propria abitazione o delle appartenenze di essa senza giustificato motivo. Non possono, inoltre, essere portate in riunioni pubbliche.
3. L’utilizzo delle armi di cui al comma 1 e’ consentito esclusivamente a maggiori di eta’ o minori assistiti da soggetti maggiorenni, fatta salva la deroga per il tiro a segno nazionale, in poligoni o luoghi privati non aperti al pubblico.

Art. 10 Trasporto
1. Il trasporto delle armi di cui all’articolo 1 deve essere effettuato usando la massima diligenza.
2. Le armi devono essere trasportate scariche, inserite in custodia.

Art. 11 Parti d’arma
1. Le parti delle armi di cui all’articolo 1 non si considerano parti di arma comune da sparo.

Titolo II – Repliche di armi antiche ad avancarica a colpo singolo

Art. 12 Definizione 1. Le repliche di armi antiche ad avancarica a colpo singolo di modello e/o tipologia anteriore al 1890 utilizzano per il funzionamento a fuoco munizionamento costituito da polvere nera, od equivalente, palla o pallini di piombo, che vengono introdotti singolarmente nella canna dalla volata o dalla parte anteriore della camera di scoppio; esse sono dotate di un sistema di accensione a miccia e/o a pietra e/o a capsula e sono portatili.

Art. 13 Immatricolazione e verifica di funzionamento
1. Alle armi di cui all’articolo 12 si applicano le disposizioni dell’articolo 11 della legge n. 110/1975, commi primo, secondo, terzo, quarto, quinto e sesto, fatta eccezione del riferimento all’iscrizione nel Catalogo nazionale delle armi comuni da sparo, salvo quanto previsto dal successivo comma 3.
2. Il Banco nazionale di prova oltre agli adempimenti di cui all’articolo 11 della legge n. 110/1975, verifica che il funzionamento delle armi di cui al comma 1 sia conforme alle prescrizioni contenute nell’articolo 12; a tal fine, ove ritenuto necessario, puo’ avvalersi della consulenza dell’esperto di cui all’articolo 32, comma nono, della legge n. 110/1975.
3. I prototipi delle armi di cui al comma 1 prodotte all’estero, sono sottoposti a cura dell’importatore alla verifica di funzionamento da parte del Banco nazionale di prova, prevista dal comma 2. E’ vietata l’importazione di armi non conformi al prototipo sottoposto a verifica del Banco nazionale di prova.
4. Le armi di cui al comma 1 non sono sottoposte a verifica di conformita’ da parte della Commissione consultiva centrale per il controllo delle armi.

Art. 14 Porto
1. Il porto delle armi di cui all’articolo 12 e’ sottoposto alla normativa vigente per le armi comuni da sparo.

Art. 15 Disposizioni applicabili
1. Per quanto non previsto nel presente titolo, trovano applicazione le disposizioni contenute negli articoli 5, 6, 7, 8, 10 e 11.

Titolo III Infrazioni al

 

Realizzato da Ehunter
Armeria Ciaffoni Sport © 2020