ignazio marinoDopo le contestazioni ricevute dagli animalisti per aver difeso la sperimentazione animale a scopo medico – scientifico, Ignazio Marino fa un passo indietro per conquistare gli elettori animalisti. Durante una visita al canile cittadino, ha dichiarato “credo di avere sensibilità sul tema animali e mi ha ferito molto essere descritto come è stato fatto”.

Favorevole alla sperimentazione, chiarisce meglio la sua idea: “giusto utilizzare dei farmaci ma questo non vuol dire che tale sistema non dovrebbe essere superato; anzi, lo sforzo dei ricercatori internazionali è quello di evitare l’uso degli animali grazie alle innovazioni della biologia molecolare”.  “Siamo al crepuscolo della sperimentazione animale”, ha infine detto Marino. Per convincere gli animalisti della sua buona volontà, il candidato sindaco di Roma del Pd tira in ballo anche la caccia.  “In Parlamento – dichiara – mi sono impegnato contro la caccia e non si può certo dire che il partito di Alemanno abbia fatto lo stesso”.

Il candidato sindaco ha promesso che in caso di vittoria, intensficherà la rete di canili, sposterà le botticelle esclusivamente nei parchi cittadini e vieterà in tutto il comune circhi con animali.

Tratto da: Quotidiano.net